You are here

Raccolta differenziata imballaggi: il decalogo di www.conai.org (Consorzio Nazionale Imballaggi)

Raccolta differenziata imballaggi: il decalogo di www.conai.org
  1. Per prima cosa ricorda di separare gli imballaggi secondo i diversi materiali con cui sono fatti. Se ogni materiale diverso viene separato prima di essere gettato nella spazzatura sarà più facile e veloce
     
  2. Per non ingombrare troppo riduci gli imballaggi il più possibile: schiaccia le lattine o le bottiglie di plastica (ovviamente avendo tolto la copertura di carta o plastica) e poi ritappale. Appiattisci i cartoni e i tetrapak
     
  3. Dividi gli imballaggi composti da più materiali: esempio le confezioni delle merendine sono di solito realizzate con una custodia esterna di plastica ma internamente hanno una scatola di cartone. Separa l’una dall’altra. Nel caso delle bottiglie di vetro togli il tappo di alluminio e conservalo insieme alle lattine e alle latte.
     
  4. Elimina i residui di cibo prima di buttare gli imballaggi nella spazzatura. Basterà un risciacquo per evitare che lo sporco provochi problemi alla raccolta. Prima di gettare via per esempio i barattoli della conserva o della passata di pomodoro pensa se non li puoi riutilizzare (magari come vasi per i fiori?)
     
  5. Per quanto riguarda la carta ricorda che deve essere un rifiuto puro. I cartoni della pizza vanno gettati nella carta se non presentano dei residui di cibo. Magari prima di gettarli insieme all’altra carta e cartone controllate che non siano unti o che non abbiano rimasugli di cibo (in tal caso magari asportateli con un pezzo di scottex oppure grattateli via con un coltello. Anche la carta plastificata non va inserita nella raccolta della carta perché ne peggiorerebbe la qualità.
     
  6. Nella raccolta del vetro ci va soltanto il vetro! No quindi a ceramica, specchi, porcellana o lampadine (per cui esistono contenitori appositi
     
  7. Alluminio: fanno parte di questa categoria tutte le lattine, le scatolette di tonno o le latte per le conserve, ma anche le bombolette spray (deodoranti e simili), e il foglio alluminio che usate per conservare i cibi. Questi prodotti vanno puliti prima di essere gettati. Togliete la carta di copertura dalle latte es dei piselli e sciacqua tele, ovviamente facendo attenzione a non tagliarvi.
     
  8. Per quanto riguarda l’accaio fate attenzione a identificare quelli che riportano le sigle FE o ACC. Si trovano sui barattoli per conserve, scatolette del tonno, lattine e bombolette, fustini e secchielli, tappi corona e chiusure di vario tipo per bottiglie e vasetti.
     
  9. La plastica da riciclare è solo la PET, perciò ok a tutte le bottiglie di plastica ma non altri oggetti come giocattoli, vasi, piccoli elettrodomestici, articoli di cancelleria e da ufficio.
     
  10. Gli imballaggi in legno (oltre che ottime basi per oggetti di varia natura da creare per le amanti del fai da te) qualcora necessitino di essere smaltiti possono facilmente essere portati alle isole ecologiche attrezzate del tuo comune.