You are here

Calcolo livello soglia anomala - Art. 97 D.Lgs 50 del 18/04/16 - Codice degli Appalti 2016.

Marzo 2019: aumentato limite visualizzazione decimali fino a 8 cifre dopo la virgola (prima erano impostate 2 cifre in visualizzazione, i calcoli tenevano comunque in considerazione tutte le cifre inserite)

Febbraio 2019: sistemato bug criterio B in caso di offerte con ribasso identico all'interno delle ala superiore (maggiori ribassi) e migliorato il layout di stampa.Ottobre 2018 [beta]: Consiglio di Stato, Sez. V, 6 agosto 2018, n. 4821: Le offerte uguali all'interno delle ali o al margine delle stesse (20% o 10% rispettivamente per i metodi ex art. 97, comma 2, lettere a) e b) o lettera e), del Codice dei contratti), devono essere considerate come un'unica offerta ai fini dell'accantonamento per il calcolo della soglia di anomalia. (conforme: Consiglio di Stato, Sez. V, 21 giugno 2018, n. 3821); disapplicabile sul punto la delibera ANAC n. 206 del 1° marzo 2018 (revisione delle Linee guida n. 4) già ampiamente oggetto di critica.

Ottobre 2018: Consiglio di Stato, Sez. V, 6 agosto 2018, n. 4821: Le offerte uguali all'interno delle ali o al margine delle stesse (20% o 10% rispettivamente per i metodi ex art. 97, comma 2, lettere a) e b) o lettera e), del Codice dei contratti), devono essere considerate come un'unica offerta ai fini dell'accantonamento per il calcolo della soglia di anomalia. (conforme: Consiglio di Stato, Sez. V, 21 giugno 2018, n. 3821); disapplicabile sul punto la delibera ANAC n. 206 del 1° marzo 2018 (revisione delle Linee guida n. 4) già ampiamente oggetto di critica.

Luglio 2018: disponibile il foglio di calcolo che recepisce le ultime direttive ANAC

Con riguardo al punto 5.2.6, lettera k), punto delle Linee guida n. 4, la regola per cui le offerte con identico ribasso vanno considerate, ai fini della soglia di anomalia, come un’unica offerta si applica a tutte le offerte, o solo a quelle comprese nelle ali?. 
La regola del trattamento unitario delle offerte con identico ribasso, secondo la prevalente giurisprudenza (Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato n. 5 del 19 settembre 2017), si applica alle offerte poste a cavallo o all’interno delle ali. 
La regola stabilita al punto 5.2.6, lettera k) delle Linee guida si applica, come letteralmente previsto nella disposizione in questione, soltanto laddove sia sorteggiato uno dei metodi cui alle lettere a), b), e) dell’articolo 97, comma 2 del Codice dei contratti pubblici, che prevedono il taglio delle ali e, in armonia con il predetto orientamento giurisprudenziale, limitatamente alle offerte con identico ribasso che si collocano a cavallo o all’interno delle ali.
In tutte le restanti ipotesi (metodo di cui alle lettere c) o d) dell’articolo 97, comma 2 del Codice dei contratti pubblici ovvero offerte residue a seguito del taglio delle ali), le offerte con identico ribasso vanno mantenute distinte ai fini della soglia di anomalia.
 
Aprile 2018: Sono ora disponibili due differenti fogli di calcolo: 
  • Art97-dal-20maggio--2018-04-assolute.xlsx - considera tutte le offerte con il criterio assoluto a prescindere dal metodo di calcolo utilizzato
  • Art97-dal-20maggio--2018-04-relative.xlsx - per i metodi di calcolo A, B, E considera tutte le offerte con il criterio relativo in accordo con le linee guida n° 4 ANAC

Febbraio 2018: modifica metodo B: una volta effettuato il taglio delle ali, il programma somma i ribassi rimasti e calcola la media aritmetica. A questo punto, se la prima cifra dopo la virgola della somma suddetta è una cifra pari, oppure è zero, la media resta invariata; se è dispari, allora la media viene diminuita di una percentuale pari a tale cifra. (Prima sommava tutti i ribassi ammessi).

 


In questa sezione è disponibile gratuitamente il file excel utile per il calcolo della soglia anomala e la verifica della congruità delle offerte secondo quanto disposto dall'art. 97 del Decreto Legislativo n. 50 del 18 aprile 2016 (chiarimento ANAC del 5/10/2016 recepito nel foglio di calcolo). Metodologia di calcolo in vigore dal 20/05/2017 in accordo con il testo correttivo del D.Lgs. nr. 56 del 19/04/2017

Vecchi aggiornamenti:

  • Marzo 2019: aumentato limite visualizzazione decimali fino a 8 cifre dopo la virgola (prima erano impostate 2 cifre in visualizzazione, i calcoli tenevano comunque in considerazione tutte le cifre inserite)
  • Febbraio 2019: sistemato bug criterio B in caso di offerte con ribasso identico all'interno delle ala superiore (maggiori ribassi) e migliorato il layout di stampa.
  • Ottobre 2018: Consiglio di Stato, Sez. V, 6 agosto 2018, n. 4821: Le offerte uguali all'interno delle ali o al margine delle stesse (20% o 10% rispettivamente per i metodi ex art. 97, comma 2, lettere a) e b) o lettera e), del Codice dei contratti), devono essere considerate come un'unica offerta ai fini dell'accantonamento per il calcolo della soglia di anomalia. (conforme: Consiglio di Stato, Sez. V, 21 giugno 2018, n. 3821); disapplicabile sul punto la delibera ANAC n. 206 del 1° marzo 2018 (revisione delle Linee guida n. 4) già ampiamente oggetto di critica.
  • Aprile 2018: introduzione CRITERIO RELATIVO metodi A, B, E - rif. Linee guida n° 4 ANAC aggiornate al Decreto Legislativo 19 aprile 2017, n. 56 con delibera del Consiglio n. 206 del 1 marzo 2018.
  • 12/02/2018: modifica calcolo metodo B (per determinare la prima cifra deicimale della somma dei ribassi: offerte al netto del taglio delle ali; prima era di tutte le offerte)
  • 22/08/2017: migliorata interfaccia risultati foglio di calcolo
  • 02/08/2017: nuovo modello in grado di gestire contemporaneamente le offerte identiche a cavallo delle ali con le tre metodologie possibili:
    • esclusione % secca
    • tutte le offerte identiche a cavallo delle ali COMPRESE
    • tutte le offerte identiche a cavallo delle ali ESCLUSE
  • 08/06/2017: corretto bug (mancatata indicazione ali tagliate in caso di offerte identiche a cavallo delle ali nel criterio E)
  • 11/05/2017: Integrato il testo correttivo del D.Lgs. nr. 56 del 19/04/2017 - testo in vigore dal 20/05/2017 
  • 09/05/2017: limite offerte gestibili elevato a 1.000; migliorata interfaccia grafica e check di controllo.
  • 10/04/2017: Creata versione del file con inserimento dei ribassi % al posto dell'importo delle offerte

 

>>> Clicca qui per scaricare le nuove versioni del foglio di calcolo - Aggiornamento: MARZO 2019<<<

Il download dei file è libero e gratuito. 
Il fogli di calcolo è uno strumento di supporto per l'individuazione della soglia di anomalia nei casi previsti dalla normativa vigente. ACAM SpA declina ogni responsabilità per l'utilizzo del file.

 

NB: INSERIRE I RIBASSI % MANUALMENTE E NON ATTRAVERSO OPERAZIONI DI COPIA-INCOLLA.

 

Per scaricare la versione con la metodologia di calcolo in vigore fino al 19 maggio, inviare una mail a fabrizio.iapelli@acamspa.com
 



>>> Clicca qui per scaricare le nuove versioni del foglio di calcolo - Aggiornamento: MARZO 2019<<<

Il download dei file è libero e gratuito. 
Il fogli di calcolo è uno strumento di supporto per l'individuazione della soglia di anomalia nei casi previsti dalla normativa vigente. ACAM SpA declina ogni responsabilità per l'utilizzo del file.

 


Limiti:

  1. Gestione fino a 1.000 offerte.
  2. Microsoft Excel 2007 o versioni successive.
     

Struttura dei file:

Il file excel è strutturato in due fogli:

  1. Info compilazione (foglio non mdificabile con info dettagliate sulla compilazione).
  2. Offerta anomala 1000 (foglio di calcolo).

Modelli di file:

E' disponibile un'unica versione basata sul ribasso percentuale in grado di gestre fino a 1.000 offerte

(Inserire i ribassi % - l'importo delle offerte verrà calcolato automaticamente)


Istruzioni

 

  1. Spostarsi nel foglio Offerta Anomala 1000.
  2. Digitare l'importo lavori al netto degli oneri di sicurezza (cella H3).
  3. Compilare l'elenco di TUTTE le offerte ammesse: Nominativo + ribasso % (celle G29 - H1028) senza "saltare" righe all'atto della compuilazione. L'importo delle offerte viene calcolato automaticamente e non è influente ai fini del calcolo (fanno fede i ribassi % inseriti).
  4. Una volta inserita l'ultima offerta, applicare il filtro Ordina dal più piccolo al più grande nella colonna dei Ribassi %
  5. Selezionare il criterio per la determinazione della soglia anomala utilizzando il menu a tendina (cella H5) 
  6. Nel caso di ribassi % identici che ricadono "a cavallo" del taglio delle ali (criteri A, B, E) apparirà un messaggio nella casella di check; selezionare dal menù a tendina (cella H1) l'interpretazione da adottare.

 

NB: è presente una casella di check: assicurarsi che indichi INSERIMENTO CORRETTO; diversamente ricercare gli errori attraverso i messaggi che appariranno.

 A seconda del criterio selezionato, Excel "colorerà" automaticamente le righe individuando le offerte con ribasso coerente, l'offerta con il maggior ribasso coerente e le offerte con il ribasso maggiore della soglia di anomalia (vedi legenda colori)

In caso di ribassi % identici che ricadono a cavallo delle ali verrà visualizzato un messaggio di avviso. 

 

Criteri di calcolo dal 20/05/2017:

  • Lettera A)  media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del venti per cento, arrotondato all'unità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso, incrementata dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta media.
  • Lettera B) media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del venti per cento rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso arrotondato all’unità superiore, tenuto conto che se la prima cifra dopo la virgola, della somma dei ribassi offerti dai concorrenti ammessi è pari ovvero uguale a zero la media resta invariata; qualora invece la prima cifra dopo la virgola, della somma dei ribassi offerti dai concorrenti ammessi è dispari, la media viene decrementata percentualmente di un valore pari a tale cifra.
    Nel caso di cifra dispari si è utilizzata la formula: media*[1-PrimaCifraDecimale/100)]
  • Lettera C) media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, incrementata del quindici per cento.
  • Lettera D) media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse incrementata del dieci per cento.
  • Lettera E) media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del dieci per cento, arrotondato all'unità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso, incrementata dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta media, moltiplicato per un coefficiente sorteggiato dalla commissione giudicatrice o, in mancanza della commissione, dal RUP, all'atto del suo insediamento tra i seguenti valori: 0,6; 0,7; 0,8; 0,9.

Verifica Criterio di calcolo:
 
Per verifiare il criterio di calcolo spostarsi alla destra del foglio ed individuare il criterio selezionato

 


 

DIFFERENZE DEI RISULTATI CON ALTRI SOFTWARE - ATTENZIONE AGLI ARROTONDAMENTI

Il nostro foglio di calcolo non prevede alcuna troncatura e/o approssimazione dei decimali anche in relazione al fatto che non vi è alcuna indicazione sul testo Decreto che definisce il nr. di decimali da considerare; alcuni software invece utilizzano un'approssimazione alle prime 3 o 4 cifre decimali risultando quindi meno precisi.

Si riporta di seguito un esempio di "differenza di risultato" segnalato relativo al Codice in vigore fino al Criterio C con metotdologia di calcolo in vigore fino al 19/05/2017.

Testo del Decreto: Media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, incrementata del 20 per cento.

  • Nr. Offerte ammesse: 57
  • Somma dei ribassi % delle offerte ammesse: 1.115,7044
  • Soglia di anomalia crterio C = Media aritmetica * 1,20

Media aritmetica = (sommatoria dei ribassi % offerte ammesse)/(numero di offerte ammesse) = 1.115,7044/57 = 19,57376140350877

Il risultato si può approssimare a 19.5738, ma il valore che si ottiene non è più la media aritmetica ma diventa media arrotondata a 4 cifre decimali; infatti 19.5738 è la media aritmetica di 1.115,7066/57 e 1.115,7066 non è la sommatoria dei ribassi %.

Approssimando si introduce una % di errore; excel invece considera il rapporto 1.115,7044/57 con tutti i decimali del caso (se ne vedono "solo" 8 per ragioni di praticità)

La maggiorazione del 20% amplifica ulteriormente l'errore di approssimazione introdotto.

Nel dettaglio:

  SENZA ARROTONDAMENTO CON ARROTONDAMENTO A 4 DECIMALI
NUMERO DI OFFERTE AMMESSE 57 57
SOMMA DEI RIBASSI % DELLE OFFFERTE AMMESSE 2.115,7044 2.115,7044
MEDIA ARITMETICA 19,57376140350877 19,5738
MEDIA ARITMETICA INCREMENTATA DEL 20% 23,48851368 23,4886

 


 

Il file è liberamente scaricabile ed utilizzabile ma non riproducibile. Vi chiediamo cortesemente un feedback relativamente al sul suo utlizzo. 
Il fogli di calcolo è uno strumento di supporto per l'individuazione della soglia di anomalia nei casi previsti dalla normativa vigente. ACAM SpA declina ogni responsabilità per l'utilizzo del file.

Per info, segnalazione problemi e feedback utilizzo compilare il form on line oppure inviare una mail a fabrizio.iapelli@acamspa.com.


>>> Clicca qui per scaricare le nuove versioni del foglio di calcolo - Aggiornamento: MARZO 2019<<<

Il download dei file è libero e gratuito. 


 
1 Start 2 Complete

Inviaci un feedback relativo all'utilizzo del file Excel per il calcolo della soglia di anomalia.