You are here

Spurgo diretto

Lo spurgo, seguendo questo sistema si realizza mettendo in contatto il gas con l'aria

Fase 1:

Spurgo diretto - fase 1

  • La condotta contiene solo GAS NATURALE
  • La valvola del tubo di ventilazione è chiusa

 

Fase 2:

Spurgo diretto - fase 2

  • Viene insufflata aria compressa
  • Si apre la valvola del tubo di ventilazione
  • Arie e GAS NATURALE vengono a contatto

 

Fase 3:

Spurgo diretto - fase 3

  • Viene verificato con esplosimetro che la condotta sia a 0% GAS NATURALE e 21% OSSIGENO
  • Si procede alla chiusura della valvola di ventilazione

 

Fase 4:

Spurgo diretto - fase 4

 

Lo spurgo diretto delle condotte:

  • è consentito solo per condotte senza diramazioni
  • per DN ≤ 63 mm (Ø 2") è consentito per qualsiasi lunghezza
  • per DN > 63 mm e ≤ 100 mm --> tratto max 250 metri
  • per DN > 100 mm e ≤ 150 mm --> tratto max 120 metri
  • per DN > 150 mm e ≤ 200 mm --> tratto max 70 metri
  • per DN > 200 mm e ≤ 250 mm --> tratto max 50 metri
  • per DN > 250 mm e ≤ 300 mm --> tratto max 30 metri
  • per DN > 300 mm --> DA EVITARE (difficoltà a mantenere le portate e le velocità minime richieste)

 

PRECAUZIONI:

  • Dimensionamento corretto della colonna e rampa di sfiato (tubo di ventilazione)
  • Verificare che la rete sia in grado di alimentare lo spurgo (ins. manometro)
  • Se collegati a reti MP installare un riduttore di pressione e manometri di controllo
  • E' poribito spurgare tramite la rimozione dei dispositivi di intercettazione

spurgo diretto delle tubazioni gas

A= manometro
B= dispositivo di intercettazione
C= raccordo elettrosaldabile (manicotto)
D= pezzo di collegamento
E= tubo di ventilazione
F= nuova condotta
G= tubo provvisorio per lo spurgo

 

ACCERTAMENTO DELLO SPURGO (Aria - Gas)

  • Strumenti di controllo:
    • rilevatore fughe gas
    • rilevatore di ossigeno
    • Esplosimetro dotato di più celle di misura
  • Rilevazioni concentrazione di gas successive sino al 90% di gas
  • Nr. 2 successive conferme della concentrazione (90" gas) intervallate di almeno 5 minuti
  • Ultima rilevazione ossigeno, la tubazione si considera spurgata se la concentrazione di ossigeno è > 0,5%

 

ACCERTAMENTO DELLO SPURGO (Gas - Aria)

  • Strumenti di controllo:
    • rilevatore fughe gas
    • rilevatore di ossigeno
    • Esplosimetro dotato di più celle di misura
  • Rilevazioni concentrazione di gas successive sino a valori < 10% L.E.L.
  • Rilevazioni concentrazione di ossigeno sino a valori < 10% ossigeno

 

PORTATE E VELOCITA' MINIME NECESSARIE AL FINE DI EVITARE STRATIFICAZIONE ALL'INTERNO DELLE CONDOTTE

Diametro nominale
del tubo
mm
Velocità minima
di spurgo
m/s (max 20 m/s)
Portata
minima
m³/min
150 0.6 0.7
200 0.7 1.4
250 0.8 2.4
300 0.9 3.9
450 1.0 9.6
600 1.2 20.4
900 1.5 60
1200 1.7 120

Se il diametro della condotta si discosta da quello indicato nel prospetto si deve utilizzare il valore del diametro immediatamente più grande.