You are here

UNI 10576

UNI 10576: Protezione delle tubazioni gas durante i lavori nel sottosuolo

Questa norma fornisce i criteri guida per l'esecuzione di lavori nel sottosuolo (nuova opera o manutenzione) interferenti con tubazioni gas interrate.

La norma UNI 10576:

  • Analizza i principali aspetti tacnico-operativi della specifica attività ed assume la funzione di guida operativa.
  • Evidenzia la necessità di una corretta collaborazione tra l'impresa che dovrà eseguire il lavoro e l'azienda proprietaria delle reti gas.

 

CRITICITA' CONDOTTE GAS EVIDENZIATE:

Ghisa grigia:

  • Limitata resistenza meccanica dei tubi agli spostamenti assiali differenziali (possibile rottura fragile).
  • Possibile mancanza di tenuta dei giunti per rotazione eccessiva oppure per sfilamento.

Ghisa sferoidale:

  • Possibile mancanza di tenuta dei giunti per rotazione eccessiva oppure per sfilamento.

Acciaio:

  • Necessità di accurata salvaguardia dei rivestimenti nelle varie tipologie possibili (rivestimento bituminoso, polietilene, nastri a freddo, resine).

Polietilene:

  • Possibili perforazioni in occasione di saggi o escavazioni.
  • Rischi derivanti dalla presenza nel letto di posa e nel materiale di rinterro di corpi appuntiti.

 

Criteri di gestione degli interventi:

  • Corretta informazione sui lavori.
  • Consultare la cartografia disponibile presso gli Enti.
  • Contatti con le amministrazioni.
  • Anche per interventi che debbano svolgersi con estrema urgenza si raccomanda in ogni caso l'impiego dei criteri generali di buona tecnica.
  • Nel caso di danneggiamenti, si raccomanda agli operatori terzi la tempestiva comunicazione all'Ente gestore del servizio gas (Pronto Intervento).

 

Interventi realizzati da operatori terzi:

  • Prima di effettuare qualsiasi tipo di intervento gli operatori terzi a ciò preposti o autorizzati devono garantire la comunicazione all'ente gestore del servizio gas secondo quanto indicato all'inizio del 6.1 e comunque un preliminare avviso di tipo telefonico.
  • In tale contesto sono utilizzabili sistemi di ricezione telefonica multiservizio.

 

Criteri per la realizzazione degli scavi interferenti:

  • Sistemi di indagine per verifiche della tipologia e del numero dei servizi interrati e della qualità dei terreni (assaggi)
  • Sostegno delle pareti dello scavo
  • Utilizzo di mezzi meccanici
  • Comportamento degli operatori duranti gli scavi
  • Deposito di materiali su zone interessanti tubazioni gas

Si raccomanda di svolgere l'esecuzione degli assaggi con particolare attenzione per evitare il rischio di danneggiamento delle tubazioni gas interrate, tale rischio si riduce con l'impiego di idonee segnalazioni interrate all'atto della posa delle tubazioni.

Premesso che lo scavo di assaggio è da considerare tecnica comunque necessaria, si raccomandano le seguenti cautele operative al fine di evitare danneggiameni alle tubazioni gas.

Le dimensioni dello scavo di assaggio devono essere limitate allo stretto necessario che consenta l'individuazione dei servizi interrati preesistenti.

Nell'esecuione dello scavo di assaggio è consentito l'uso di mezzi meccanici solo per l'eventuale asportazione degli strati della pavimetazione e del relativo cassonetto;  oltre tale profondità è consentito solo lo scavo a mano.

 

Comportamento degli operatori:

  • Nel corso delle operazioni di scavo gli operatori devono prestare la massima attenzione per evitare danneggiamenti alle tubazioni gas ed ai loro eventuali rivestimenti.
  • Tutte le tubazioni gas messe a nudo all'interno degli scavi non devono essere in nessun modo dollecitate: deve pertanto essere evitato il loro utilizzo come passerelle, punti di ancoraggio a sostegno di altre strutture, ecc.
  • L'uso di fiamme libere o di appercchiature ed utensili generanti scintillii nelle immediate vicinanze delle tubazioni gas è ammesso solo dopo avere adeguatamente accertato l'assenza di gas nello scavo.

 

Comportamento degli operatori in caso di dispersione gas:

Se viene constatata la presenza di gas, qualsiasi operazione nello scavo ed il funzionamento di apparecchiature meccaniche in prossimità dello scavo devono essere interrotti immediatamente, deve essere evaquato lo scavo e la zona circostante deve essere presidiata fino all'arrivo del personale dell'ente gestore del servizio gas, immediatamente avvisato, competente per la riparazione.

E' opportuno che i distributori comunichino alle imprese ed Enti operanti sul territorio, in maniera chiara ed inconfutabile, i recapiti del pronto intervento GAS.